Il Natale è sicuramente una delle feste più sentite dalle famiglia, perché è un momento per trascorrere momenti insieme, rilassarsi e scambiarsi regali, molte sono le tradizioni che si legano al Natale e che ne rappresentano gli aspetti più belli ed interessanti, il primo esempio è sicuramente rappresentato dalla figura di Babbo Natale.

Babbo Natale, quel vecchietto così amato ed atteso dai bambini di tutto il mondo, è una figura che ha origini molto antiche, prende infatti spunto da un personaggio realmente esistito, quello naturalmente di San Nicola, vescovo di Myra, nato in Turchia intorno al 350, famoso e ricordato per la sue estrema bontà e carità d’animo, sulla sua figura, in seguito alla sua morte, nacquero un grande numero di leggende, la più accreditata delle quali è un racconto fatto da Dante nella Divina Commedia, precisamente nel Purgatorio, quando racconta che, un uomo di nobile famiglia, con scarse possibilità economiche, voleva far sposare le sue tre figlie ma non aveva la dote, e tutte le notti pregava perché qualcuno lo aiutasse, San Nicola, commosso dalle parole e dai desideri dell’uomo, decise di aiutarlo e per tre notti di seguito, lanciò dalla finestra della camera dell’uomo, tre sacchi pieni di monete, le prime due notti riuscì nel suo intento, ma l’ultima notte, trovando la finestra chiusa decise di gettare il sacco pieno di monete, dal caminetto.

Nel corso del periodo medievale al personaggio di San Nicola, particolarmente amato, furono attribuiti altri nomi, quali ad esempio Saint Nicolas, Father Christmas e Père Nöel, successivamente questa figura divenne il simbolo del natale, con il suo vestito rosso e la barba bianca, e gli fu affidato il compito di portale, durante la notte della Vigilia di Natale, il 24 Dicembre, i doni a tutti i bambini del Mondo.

L’Albergo di Natale è un altro importante simbolo della tradizione natalizia, è l’Albero di Natale, anch’esso trae le sue origini in epoca antica, dal rito pagano del Solstizio d’Inverno, il 21 Dicembre, quando la popolazione dei Teutoni, in Germania, era solita recarsi nel bosco e prendere un abete, come rito propiziatorio per la prosperità del nuovo anno, questo albero che veniva tagliato nel bosco, una volta portato a casa veniva addobbato.

Nel corso dei secoli numerosi altri paesi adottarono l’uso dell’abete decorato per celebrare riti e manifestazioni, ma bisogna attendere il 1600 per assistere alla nascita del primo vero Albero di Natale, furono i tedeschi ad idearlo, addobbandolo con candele, nastri e decorazioni di vario genere, questa usanza fu poi portata in tutto il mondo  in seguito al Congresso di Vienna, l’Albero di Natale è stata una tradizione che riguardava soprattutto i paesi di lingua tedesca e dell’Italia del Nord, ma nel corso dei secoli è diventato uno dei simboli più belli e diffusi del natale.

Un altro importante simbolo del Natale è rappresentato dal Presepe, questa tradizione viene ripresa direttamente dal Vangelo, quando si racconta che la Madonna, dopo aver dato alla luce il bambino Gesù, lo avvolse in una coperta e lo adagiò in una mangiatoia, la prima ricostruzione di questo avvenimento viene attribuita a San Francesco, che nel 1223, volle ricostruire la scena del Vangelo, con personaggi reali, dando vita al primo Presepe Vivente.

Fanno parte della rappresentazione del Presepe alcuni personaggi molto importanti, anche se molte delle informazioni riguardanti il Presepe tradizionale sono riprese dai Vangeli Apocrifi, cioè quelli non riconosciuti ufficialmente, in particolar modo fanno parte del Presepe, il Bue e l’Asinello, i Tre Re Magi, Melchiorre, Gaspare e Baldassarre, che portarono al Bambino Gesù, Oro, Incenso e Mirra.

Seguendo la tradizione, il Presepe deve essere fatto nella giornata del 7 Dicembre, ovvero il giorno di San Nicola, vengono posizionati tutti i personaggi, tranne naturalmente il Bambino Gesù, che verrà deposto sulla mangiatoia nella notte del 24 Dicembre, ed i tre Re Magi, che entreranno nel Presepe solamente nella giornata del 6 Gennaio.

I Mercatini di Natale, sono la tradizione natalizia per eccellenza, sono numerose le città italiane ed internazionali che ne organizzano uno, creando nella centro storico un’atmosfera affascinante ed incantata, anche il Mercatino ha origini molto antiche, legate a storiche tradizioni.